clorofilla

La CLOROFILLA, presente in tutto il mondo vegetale, contiene molto ferro biologico assimilabile ed ha il pregio di aumentare del 20% il consumo di ossigeno in tutte le cellule del corpo umano.

E’ chiamata “sangue vegetale” perché la struttura chimica è quasi uguale a quella dell’emoglobina:

come l’emoglobina, la clorofilla è costituita da una trama di molecole che sono raggruppate intorno ad una singola molecola di metallo: nel caso dell’emoglobina si tratta del Ferro (Fe), per la clorofilla è il Magnesio (Mg).e questo metallo è importante perché calma la fame nervosa, migliora e rinvigorisce il sistema immunitario, è un magnifico anti-age!

La clorofilla è una sostanza, di formula complessa contenente un atomo di magnesio, presente nelle parti verdi delle piante. E’ appunto la clorofilla che dà alle foglie il colore verde e capta l’energia luminosa necessaria perché le piante possano svolgere la fotosintesi clorofilliana

La clorofilla può essere facilmente estratta dalle foglie verdi di qualunque pianta, è consigliabile scegliere foglie di consistenza non coriacea come quelle che comunemente vengono consumate in insalata.

Le attuali ricerche continuano ad esaminare la clorofilla e suoi probabili effetti benefici. In particolare viene consigliata per il potere deodorante sia topico che interno. Infatti, come supplemento alimentare, viene velocemente assimilata dal corpo e procede attivamente e ridurre i gli odori che si originano nel tratto digestivo.

Portando simbolicamente l’energia del sole all’interno del nostro corpo, la clorofilla può essere considerata un vero rigeneratore per le cellule in quanto apporta ossigeno. Può così essere utile in varie forme di anemia, migliora la contrazione cardiaca e si rivela utile soprattutto per gli sportivi poiché ne aumenta la resistenza.

Nel corpo umano la clorofilla è necessaria per molte peculiarità, fra le quali:

aumenta i globuli rossi, porta ferro agli organi e migliora le condizioni anemiche:
aiuta a purificare il fegato e porta miglioramento nel caso di epatite;
regolarizza le mestruazioni;
porta miglioramento ai diabetici e nei casi di asma;
migliora il drenaggio nasale e diminuisce il gocciolamento del naso;
utile per i tessuti ulcerosi e le emorroidi;
rivitalizza il sistema vascolare nelle gambe e migliora le vene varicose;
migliora la depressione per il suo effetto tonico;
favorisce l’assorbimento del calcio;
porta sollievo in caso di colite,gastrite, ulcera.

Indicazioni: anemie iposideremiche; per gli sportivi per migliorarne il rendimento; dopo malattie infettive o dopo malattie prostranti, come lunghe degenze a letto; influenze; ecc.

Viene usata dagli sportivi perché favorisce lo sviluppo della “massa muscolare esente da grasso” a scapito della “massa che contiene il grasso”, ne risultano muscoli asciutti e “scolpiti.

Infine la Clorofilla rivitalizza la circolazione, migliora il colesterolo e protegge il fegato e non bisogna mai dimenticare che fornisce ossigeno di cui ogni organismo ha bisogno oltre a quello derivante dalla respirazione.

La CLOROFILLA è estremamente utile nelle patologie degenerative: infatti uno dei problemi di queste patologie è che le cellule sono in carenza di ossigeno, quindi fornire alle cellule l’ossigeno significa difenderle meglio dalla patologia degenerativa. Pertanto migliora la resistenza del corpo umano nei confronti delle patologie degenerative (in genere è associata in questi casi anche ad altri prodotti).

La CLOROFILLA, aumentando il consumo di ossigeno a livello cellulare, rallenta il processo di invecchiamento.

L’unica controindicazione può verificarsi nelle forme gravi di insonnia, perché la CLOROFILLA migliora il rendimento di tutte le cellule e quindi anche delle cellule cerebrali, per cui le persone che soffrono di forme gravi di insonnia e sono costrette a prendere sonniferi, se assumono la CLOROFILLA, che agisce come tonico ricostituente, evidentemente faticano maggiormente a dormire.

La CLOROFILLA può essere usata assieme a tanti altri rimedi perché fa da catalizzatore cioè, aumentando il consumo di ossigeno, accelera le reazioni  chimiche all’ interno delle cellule, quindi associata ad altri rimedi naturali ne aumenta l’efficacia proprio perché favorisce il metabolismo cellulare.

La CLOROFILLA è utile a tutti: anziani, bambini, sportivi, uomini, donne, con particolare riguardo alle  anemie ipo sideremiche, per cui le donne che hanno mestruazioni abbondanti che di solito presentano una sideremia bassa, con la CLOROFILLA miglioreranno rapidamente.

DOVE SI TROVA

È proprio grazie alla clorofilla che possiamo avvertire il senso di freschezza delle verdure verdi. Iniziare un pasto con vegetali a foglia verde aiuta non solo ad aumentare il senso si sazietà e l’apporto di fibre ma, grazie alla clorofilla, impedisce l’assimilazione di eventuali sostanze nocive presenti nel cibo che stiamo mangiando.

Abbondanti fonti di clorofilla sono gli spinaci, le erbette, i broccoli,  la rucola i fagiolini,  i cavoli riccio e toscano (contengono quantità importanti di magnesio, potassio, calcio, oltre a dei composti dello zolfo. Ricchi di clorofilla, mucillagini, fibre, vitamine C, A, K.  il tarassaco, la cicoria, le cime di rapa, la catalogna, la barba di frate.

Le insalate e gli ortaggi più ricchi di clorofilla sono di colore verde. L’ideale è cibarsi  di questi ortaggi crudi o poco cotti, ricordando che anche i broccoli, tagliati sottili e conditi con olio extra vergine di oliva, sale e limone, crudi sono gustosissimi, e più digeribili.

La clorofilla inoltre contribuisce, insieme a polifenoli e carotenoidi, a conferire all’ alimento virtù antiossidanti e protettive (si complessa, ad esempio, con sostanze cancerogene, come gli idrocarburi aromatici che si trovano nel fumo di tabacco o certe ammine eterocicliche presenti nella carne bruciacchiata, riducendone l’assorbimento a livello gastrointestinale).

L’utilizzo in cucina delle verdure sottoposte a imbianchimento (radicchi, cardi, sedani, lattughe), invece, deve essere limitato: questa tecnica prevede che gli ortaggi vengano tenuti al buio per renderne più tenera e croccante la fibra. Ma l’imbianchimento penalizza il contenuto di vitamine, perché dove non c’è luce non c’è clorofilla, e dove non c’è clorofilla non si sintetizzano vitamine.

E’ bene utilizzare la CLOROFILLA pura, da fonte biologica e a concentrazione controllata!

Nel nostro punto vendita potete trovare come ottime fonti di clorofilla: il Succo di Erba di Grano liofilizzato biologico con un 70% di contenuto,l’alga Clorella,la Klamath e la Spirulina.