oil-pulling

 

OIL  PULLING

La pratica di sciacquare la bocca  e gargarizzare  la gola con olio è già nota alla millenaria medicina ayurvedica. In questo caso, si usa solo olio di sesamo tiepido e si fanno due lavaggi al giorno. E’ considerato un modo di depurazione e di ringiovanimento,un rasayana.

Ripreso e sviluppato poi come terapia negli anni ’90 da un certo dottor russo di nome F. Karac, che consiste nello sciacquare la bocca con olio (di sesamo o girasole); esso avrebbe svariati effetti benefici sulla salute. Viene menzionato nel testo ayurvedico  Charaka Samhita dove è chiamato Kavala Gandoosha o Kavala Graha. Sembra sia usato anche per ridurre l’effetto dannoso degli acidi dello stomaco da vomito. Secondo uno studio su ‘the effect of oil-pulling on the reduction of total count of bacteria’: pare ci sia stata “una notevole riduzione del numero totale di batteri da carie dentale, che producono anche l’alitosi. La pratica dell’Oil pulling, ha ridotto sensibilmente la possibilità di contrarre la carie dentale”, conclude il testo.

In un altro studio controllato, sembrerebbe anche che l’effetto dell’Oil pulling con olio di sesamo sia risultato essere equivalente al collutorio clorexidina nella riduzione della placca dentale e sul miglioramento dell’indice delle scorie gengivali generale.

Procedimento

Questa procedura viene praticata giornalmente.

Il momento migliore per praticare l’Oil pulling è al mattino,a stomaco vuoto.

Ci si sciacqua la bocca con circa un cucchiaio d’olio di sesamo o di girasole (biologico, non raffinato!) per 15-20 minuti e poi si sputa. Questo processo, che mescola l’olio con la saliva, fa in modo che esso alla fine diventi bianco. In primo luogo, l’olio viene messo in bocca, con il mento inclinata verso l’alto, e lentamente mescolato facendolo passare attraverso i denti. In un secondo momento, poi, ecco che l’olio cambia la sua consistenza da giallo-oleoso a denso-viscoso.

Un secondo ciclo di Oil pulling può poi essere effettuato con dell’olio nuovo, se si desidera una maggiore pulizia.

La cavità orale dev’essere infine risciacquata e lavata con l’acqua di rubinetto e l’aiuto delle dita oppure dello spazzolino da denti.

Viene consigliato inoltre di bere dopo 500 ml di acqua, e mangiare trascorsi non meno di 15 minuti dall’assunzione di quest’ultima.

Effetti sulla salute

Nel 1996, due anni e mezzo dopo l’inizio della pubblicazione indiana Oil Pulling in Andhra Jyoti, un sondaggio è stato pubblicizzato e condotto da questi per scoprire i tipi di malattie curate e l’efficacia del metodo. I praticanti sono stati invitati a fornire i propri dati personali insieme con la durata della pratica e le tipologie di malattie curate. Risultati: su 1.041 persone che l’hanno praticato, e che hanno risposto e scritto lettere della loro esperienza, 927 (89%) persone hanno riscontrato la guarigione di una o più malattie; 114 (11%) non ha riscontrato alcuna cura.

L’analisi delle 1041 testimonianze, indica dei miglioramenti su questo tipo di disturbi:

– allergie – raffreddore e tosse – carie, malattie gengivali, infezioni della bocca – orecchio, naso, gola – occhi – dolori come mal di testa, emicrania, mal di denti, mal di collo, schiena, ecc – starnuti allergici – febbre – irritabilità –

758 casi curati. Tutti si sentivano più energici, attivi e migliori.

Malattie comuni come allergie, raffreddore, mal di testa …758

Allergie e problemi respiratori dei polmoni, come asma, bronchite  191

Problemi della pelle come la pigmentazione, prurito, eruzioni cutanee, cicatrici, eczemi  171

Apparato digerente  155

Stitichezza 110

Artrite e dolori articolari  91

Malattie cardiache e pressione sanguigna 74

Diabete 56

Emorroidi 27

Malattie tipiche del sistema riproduttivo femminile   21